London, 7th December 2017

                Carissimi Amici,

ben presto rientrerò in Italia, festeggerò il Natale in famiglia e il 7 gennaio inizierò il mio nuovo servizio come parroco a Salzano (Ve). Vi scrivo appunto per invitarvi a condividere con la Comunità cristiana di Salzano e con me questa tappa bella e importante della mia esistenza.

 Mi sento felice in questo periodo della mia vita. Mi rendo conto di essere fortunato perché ho vissuto per quasi diciotto anni una straordinaria avventura missionaria in Africa. Fortunato perché ho vissuto in questi mesi delle forti esperienze spirituali (in Terra Santa) e di conoscenza, scoperta, apertura qui in Inghilterra. Sono fortunato perché inizio una vita e un servizio nuovi in una parrocchia ricca di storia e di tradizione e, soprattutto, di persone attive nella pastorale e nella comunità civile e sociale. Il Signore è misericordioso con me, mi benedice!

 Sento forte la novità: inizio una vita nuova che ancora non conosco, che faccio fatica a immaginare. Per certi versi, il mio assomiglia un po’ a un “matrimonio combinato”. In Africa ce ne sono ancora tanti, in Italia ce n’erano fino a non tanti anni fa. I giovani non si conoscono più di tanto, tutto avviene tra i genitori. Non sempre, per fortuna, questi matrimoni sono stati sinonimo di fallimento (purtroppo neppure quelli nati dopo un lungo fidanzamento sono stati immuni da fallimenti). Evidentemente non ho scelto io di andare a Salzano. I miei superiori, vedendomi ormai nell’età di poter essere parroco, hanno pensato che potesse essere una cosa buona per me andare là. Sento forte il desiderio di conoscere questa Comunità, di fare un cammino insieme, di amarla, di scoprila sempre di nuovo. Sono consapevole del resto dei miei limiti, delle mie fragilità, degli sforzi che debbo fare per rendermi amabile e smussare i miei spigoli…

 E l’Africa? Già dimenticata? No! assolutamente. È entrata nel mio DNA umano e spirituale, mi ha mutato geneticamente. Credo che voler bene a delle nuove persone non significhi per forza cancellarne altre. Il cuore è abbastanza elastico da poter far posto a tante persone. Mi fosse chiesto poi, un giorno, di ripartire, lo farei volentieri. Il bravo parroco che sostituisco a Salzano, ritorna in Paraguay da dove era arrivato dieci anni fa. Nulla è impossibile a Dio!

 Allora l’appuntamento è per domenica 7 gennaio a Salzano (Ve) alle ore 16! Sarò ancora più felice se sarete presenti!

                Un abbraccio! … ops! è presto Natale: Merry Christmas and Happy New Year!

               d giulio