Su indicazioni della Diocesi e delle autorità regionali, sono sospese le SS. Messe in Parrocchia fino al 13 aprile compreso. Sospesa ogni attività parrocchiale. Ci spiace molto e preghiamo nelle case perchè si risolva quanto prima la cosa.

                                      AVVISI e INCONTRI

 Messe ancora celebrate senza popolo. Spiace moltissimo non vivere insieme questo momento intenso e decisivo per la vita cristiana, ma vogliamo con responsabilità, obbedire alle autorità civili e religiose. Vi assicuriamo le nostre preghiere e il nostro ricordo per tutti.

 Il Duomo fino a nuove disposizioni resta aperto per la preghiera personale, (rispettando le indicazioni). Continuiamo a pregare perché abbia termine questa epidemia e possiamo tornare alla vita normale, ma impegniamoci a seguire le indicazioni che ci vengono date, in particolare a rimanere in casa se non abbiamo urgenze di muoverci.

 Seguiamo le S. Messe e le preghiere che ci sono offerte per la Tv e radio, e meditiamo sulla parola di Dio, leggiamo qualche bel libro, preghiamo col Rosario. Ai ragazzi del catechismo, in contatto con le vostre catechiste, continuate a scorrere i vari sussidi e sentitevi con loro.

 Non perdiamoci d’animo, è vero ci manca la S. Messa, ma siete presenti tutti quando noi la celebriamo ogni giorno (e ricordiamo i defunti del giorno e quelli che vengono a mancare e che siamo costretti a salutare solo in cimitero o in obitorio, rinviando un saluto in una Eucaristia partecipata quando sarà possibile). Preghiamo intensamente per i malati e gli operatori sanitari che devono far fronte a tale emergenza così pesante e preoccupante. Ci affidiamo alla Vergine santissima e a san Rocco, intercedano e ci liberino da questa pandemia e ci aiutino ad aprirci alla speranza  e alla carità vera.

 PS: Continueremo a celebrare le SS. Messe secondo le intenzioni scritte nel foglietto parrocchiale.

 
 

Ricordiamo i defunti della settimana: : :  Pozzobon Vittorio

O Dio nostro Padre, Signore e creatore dell'universo, amante della vita,veniamo a te, noi tuoi figli. Siamo figli in te, o Figlio eterno, Gesù Cristo, Signore del tempo e della storia, nostro amico, pellegrino sulle nostre strade. Siamo popolo in cammino,uniti in te, o Santo Spirito,respiro di vita eterna;sei tu che preghi in noi e per noi quando non abbiamo più parole e non sappiamo nemmeno cosa chiedere: in te, o Dio noi viviamo, ci muoviamo ed esistiamo (At 17,28). E a te ricorriamo: ci sentiamo isolati, e tu Spirito ci ridoni comunione, concordia, comunità;ci sentiamo deboli, ci scopriamo mortali e tu, Signore Gesù, ci indichi la vera forza,la forza della croce, ci sei vicino e ti doni a noi, tu che solo hai parole di vita eterna; siamo smarriti ed impauriti, e tu o Padre, tenero ed onnipotente,ci sollevi su ali d'aquila,ci conduci – salvi – attraverso il deserto,spieghi ancora la potenza dal tuo braccio. Siamo in te e con te, o Dio, assieme a Lei, la donna vestita di sole: Maria, la prescelta del Padre, la madre di Gesù,il tempio dello Spirito. Maria, Madre della Chiesa:a te ci affidiamo in questo tempo di prova: prendici per mano e insegnaci ad accogliere il dono dello Spirito, a fare quanto Gesù ci dice, ad accogliere con fiducia la Parola del Padre. Donaci un’autentica conversione del cuore e della vita. Accompagna e guida chi governa e quanti si impegnano per la salute di tutti, aiutaci a fermare la diffusione del contagio; assisti chi soffre, consola chi piange, insegnaci a rallentare i ritmi della vita con pazienza, a trovare nuovi modi di essere vicini, a non cedere allo sconforto, a prenderci cura gli uni degli altri; e accompagnaci, nel cammino della vita, con fede sempre nuova nel nostro Dio, amante della vita.

Mons. Michele Tommasi Vescovo di Treviso